Il Territorio

-

L’Istituto è situato nel territorio del primo municipio della città di Roma, vale a dire il centro storico della città, racchiuso entro le mura Aureliane e Gianicolensi. La popolazione di questa zona non è molto numerosa; nel centro storico risiedono ad oggi circa 30.000 persone.

Una caratteristica del primo municipio è quella di presentare ancora una ripartizione in rioni, avvenuta sotto Ottaviano Augusto.

I principali quartieri sono: Trastevere, Aventino, Testaccio, Esquilino, XX Settembre, Celio, Zona archeologica.

I Rioni invece sono: Monti, Trevi, Colonna, Campo Marzio, Ponte, Parione, Regola, S. Eustachio, Pigna, Campitelli, S. Angelo, Ripa, Trastevere, Esquilino, Ludovisi, Sallustiano, Castro Pretorio (parte), Celio.

L’Istituto è ubicato nel rione Sant'Eustachio, il VII rione di Roma, situato nella parte centrale del primo municipio, confinante coi rioni Parione, Regola, Campo Marzio, Sant'Angelo, Pigna, Ponte e Colonna. Ha come strade principali corso Rinascimento e corso Vittorio Emanuele II.

La Schola Purorum della Cappella Musicale Pontificia Sistina si trova in un edificio di notevole importanza storico-culturale, sulla dorsale segnata da Corso Vittorio Emanuele II che taglia in due il centro, tra Campo de' Fiori e Piazza Navona, tra le fontane Berniniane e la Chiesa di Sant'Agnese in Agone di Borromini, alle spalle del complesso monumentale della Chiesa di Sant'Andrea della Valle. Il palazzo, sito in Via del Monte della Farina (nel medioevo luogo adibito alla contrattazione e alla conservazione del frumento), si inserisce nel tessuto antico e fitto di questo rione, connotato dalla presenza di alcuni importanti siti urbani e architettonici. Stretto fra Largo Argentina (in corrispondenza all'attuale Teatro Argentina sorgeva la grande aula detta Curia Pompeii, dove fu ucciso Giulio Cesare e che Augusto decise pertanto di far murare), e le cupole delle chiese di San Carlo ai Catinari, della Santissima Trinità dei Pellegrini, di Palazzo del Monte della Pietà e di Palazzo Farnese.

A delimitare il lato sud ovest del rione di Sant'Eustachio, alla fine della piazza Capo di Ferro, c'è Palazzo Spada con la galleria prospettica di Borromini. Sul lato nord est, tra corso Rinascimento e palazzo Madama, i Caravaggio di San Luigi dei Francesi e Sant' Agostino segnano un passaggio obbligato, continuando si incontra San Ivo alla sapienza offrendo uno spaccato storico e culturale unico al mondo, una concentrazione di stili e opere che rende questi luoghi intrisi di storia e bellezza. Proseguendo da piazza di Sant'Andrea della Valle, attraversando corso Rinascimento si prosegue oltre corso Vittorio in via dei Chiavari e ci si addentra in una delle zone popolari più caratteristiche di Roma, il percorso porta all'altro ingresso del palazzo che da su largo del Pallaro, (così detto dal gioco con estrazione dei bussolotti che vi si svolgeva), arrivando al teatro di Pompeo.

Copyright © Schola Puerorum tutti i diritti sono riservati.
Privacy Policy Cookie Policy